A Monza un rally in rosa

Box del Monster rally di Monza edizione 2016. Attrezzi, macchine da corsa, ruote, meccanici, tecnici. In questo contesto che potrebbe essere un’iconografia prettamente maschile, spiccano due figure che portano un tocco diverso e inatteso nel mondo delle quattro ruote.

Patrizia Perosino e Martina Scamperle, pilota e navigatore del team Balbosca di Biella. Con esse una passione per le auto che parte da lontano portando Perosino a passare da navigatrice a pilota e ottenendo diversi ottimi risultati tra cui la vittoria della classifica femminile e il posizionamento al 13mo posto assoluto nel rally della Lana.

La gara di Monza è un banco di prova. L’atmosfera è quella delle grandi occasioni coadiuvata da un’aria di grande festa. Molti sono i piloti rinomati che scenderanno in pista. Tra di loro anche un nome altisonante proveniente dai circuiti del moto gp, Valentino Rossi.

In pista però non ci sono sconti né “riguardi” di sorta. La gara è gara per tutti e il circuito di Monza non fa sconti. Rettilinei, curve a gomito appositamente approntate, chicane. La tensione per la giovanissima navigatrice, pur se non espressa è evidente. Il team la rassicura dandole dritte e consigli su come gestire il circuito.

Ci sono tre giorni di prove prima della gara ufficiale, quindi tutto il tempo per prendere confidenza con il percorso. Tre giorni di corse per la celebrazione di quello che è ormai un appuntamento fisso per appassionati e semplici curiosi.

Una tappa imperdibile che ha aggiunto un forte tocco di rosa con questo equipaggio esclusivamente femminile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *